Tutti vogliono essere primi su Google ma per ottenere i posti migliori sui motori di ricerca, si sa, ci sono tutta una serie di tecniche SEO che aiutano i siti a posizionarsi e che richiedono impegno costante e costi. Ma quando non occorre arrabattarsi tanto con la Search Engine Optimization? In quali casi la SEO proprio non serve?
Se non vuoi spendere altri soldi inutilmente, ti conviene leggere questo articolo!

1. Se hai un’attività locale in una piccola città

È inutile cercare di arrivare primo su Google, se i volumi di ricerca sono bassi. Ad esempio, se vendi tende da sole a Vigevano, il tuo volume di ricerca mensile su Google sarà pari a 30, quindi pur essendo nei primi posti per quella parola chiave, il tuo business non potrà crescere più di tanto. Diverso è il discorso se vendi Tende da sole a Milano, che ha un volume di ricerca pari a 390 al mese.

2. Se hai un prodotto/servizio nuovo non ancora conosciuto sul mercato

È chiaro che, avendo un prodotto o servizio nuovo, la gente non lo potrà conoscere e quindi cercarlo on line.

3. Quando c’è tanta concorrenza

Se il tuo settore ha una concorrenza spietata, come nel caso del settore immobiliare, dove si trovano tantissimi siti con annunci quasi tutti uguali e grandi portali a livello nazionale, la SEO è praticamente inutile!

4. Quando vuoi costruire un Brand

Anche in questo caso, come nel punto 2, se si tratta di un marchio nuovo, non ancora conosciuto, la gente non potrà cercarlo su Google. Se punti al nome del Brand, la SEO è praticamente inutile.

5. Se hai un sito nuovo con pochi contenuti

Se pensi che i contenuti non servano alla SEO, ti stai sbagliando di nati con regolarità e risultare davvero utili, per risolvere, ad esempio, un problema. Per cui se pensi che per il tuo nuovo sito, non occorra inserire testi di qualità e aggiornarli di continuo, la SEO non ti serve.

6. Se è difficile riuscire a colpire il target giusto

Se per le parole chiave in cui potresti posizionarti, la ricerca può essere effettuata da più tipologie di persone, ma ti interessa che a cercarti sia solo una tipologia, per esempio, studi di professionisti e non privati, la SEO potrebbe non essere utile.

7. Se hai un budget basso

Se non hai almeno 1500 € da investire, lascia perdere la SEO. La cifra è il minimo sindacale per poter effettuare qualche intervento che possa aiutare il sito a posizionarsi, in una situazione molto semplice e di poca concorrenza.

8. Se non puoi differenziarti in alcun modo dalla concorrenza

Se vendi un prodotto/servizio che è tale e quale a quello dei tuoi concorrenti, se non offri qualcosa di “nuovo” e che si differenzi dal resto, probabilmente la SEO non ti aiuterà molto. Un utente deve trovare un motivo per poterti scegliere tra altri. Per cui se anche la tua attività reale non va bene e i tuoi clienti sono insoddisfatti, la SEO potrà far ben poco per te.

Richiedi un’ora di Consulenza Strategica per il tuo E-commerce!